Logo Dominustecum

Mi leverņ, andrņ da mio Padre e gli dirņ: "Padre ho peccato contro il cielo e contro di Te!

fotogallery
Monastero
Cistercense
Dominus Tecum
blog facebook youtube flickr

Tornerò alla casa di mio Padre, 
vi sarò accolto come il prodigo; 
farò anch'io come ha fatto lui, 
forse non mi esaudirà?

 
Alla tua porta, Padre, ecco che busso,
aprimi fammi entrare, 
altrimenti mi perderò, 
mi allontanerò e sarò perduto.
 
Come la peccatrice, 
perdonami o Figlio di Dio; 
come del pubblicano, abbi pietà di me
e vivrò della tua grazia. 
 
Salvami dai flutti 
come hai fatto con Pietro, 
come del ladrone, abbi pietà 
e ricordati di me nel tuo Regno. 
 
Come al cieco, aprimi gli occhi, 
che io veda la tua luce; 
come il sordo, guariscimi, 
che io senta la tua voce. 
 
Come la pecora che si smarrì, 
cercami Signore, trovami, 
riconducimi sulle tue spalle 
alla casa di tuo Padre.
 
Gloria a Te, Figlio Unigenito, 
Dio che sei, che eri e che vieni, 
a Te il Regno con il Padre e lo Spirito Santo,
ora e nei secoli dei secoli. 
 
Inno cantato nella liturgia di Quaresima dalla comunità monastica di Pra 'd Mill.